Cerca

Dal locatario scettico al locatario felice

Locatari soddisfatti, proprietari soddisfatti: è questo il risultato raggiunto alcuni anni dopo il risanamento energetico e la modernizzazione di una casa plurifamiliare a Ostermundigen presso Berna. Le spese accessorie decisamente più basse e il clima abitativo gradevole compensano di gran lunga il (moderato) aumento del canone d'affitto. 

«Inizialmente i locatari erano piuttosto scettici»

Rudolf Marti ricorda bene la prima serata informativa durante la quale ha presentato agli inquilini i propri progetti di risanamento. Ha dovuto affrontare diffidenza e domande critiche: gli affitti aumenteranno? Dovremo traslocare? E il rumore e lo sporco durante la fase di ristrutturazione?

Marti ha tranquillizzato e fornito delucidazioni: il risanamento della casa plurifamiliare, da tempo di proprietà della famiglia, era diventato urgente. Il tetto non era impermeabile, sulle finestre si formava condensa e le spese di riscaldamento erano un incubo. I proprietari non volevano far marcire la struttura edilizia: «L'obiettivo del risanamento era preservare il valore della casa, non guadagnarci.» Marti, ormai economista agrario ETH in pensione, non aveva dubbi sul fatto che il consumo energetico dovesse scendere. Il vantaggio era che la casa non era già gravata da un'ipoteca elevata.

image-story-4-4-content.jpg image-story-4-7-content.jpg image-story-4-5-content.jpg

Coinvolgimento dei locatari

I locatari, in parte di lunga data, dovevano essere coinvolti e trarre vantaggio della ristrutturazione. Inoltre, l'intento era migliorare l'estetica dell'edificio, che non era particolarmente bella, e integrarla maggiormente nell'ambiente. La nuova facciata in legno ora è in armonia con il vicino bosco e con le ex fattorie circostanti. Per la ristrutturazione Marti si è affidato a uno studio di architettura del posto con ampia esperienza nei risanamenti energetici.

«Siamo molto soddisfatti»

Il risultato ha convinto tutti, anche i locatari scettici. Le spese accessorie decisamente più basse compensano il (moderato) aumento del canone d'affitto. In più c'è un clima abitativo notevolmente superiore, l'isolamento acustico ottimizzato contro il rumore della strada e i balconi di dimensioni quasi raddoppiate. Anche la prospettiva di una lavatrice ha addolcito agli inquilini la faticosa fase dei lavori. Così il risanamento energetico dell'edificio è andato di pari passo con una modernizzazione completa. La sovvenzione del Programma Edifici è stata accreditata dalla famiglia dei proprietari agli affitti. «Siamo molto soddisfatti», riassume una locataria di lungo corso.

Anche una via di mezzo può essere efficace

L'efficienza energetica è data dai pannelli solari sul tetto che catturano sufficiente luce solare per riscaldare l'acqua in estate. Il riscaldamento a olio combustibile è stato mantenuto, poiché era stato sostituito soltanto dieci anni prima e ha ancora altri dieci anni di ciclo di vita. Ma l'isolamento migliore della casa è sufficiente per ridurre sensibilmente il consumo di olio combustibile. Hanno contribuito anche il risanamento energetico dei balconi e la rimozione dei ponti termici. Infine, le nuove ampie facciate finestrate della tromba delle scale lasciano entrare molta più luce naturale nell'edificio, per un effetto più gradevole e la riduzione del consumo elettrico.

«Non è necessario scegliere la variante massima», afferma convinto Marti. Anche una via di mezzo può essere efficace e non esclude interventi successivi. Alcune idee ci sono già: ad esempio aumentare i pannelli solari sul tetto o sostituire il riscaldamento con una sonda geotermica.

image-story-4-6-content.jpg

Misure per il sistema di isolamento dell'edificio

Facciata/parete esterna 180 mm di lana minerale/lana di roccia
Soffitto in cemento verso la soffitta 140 mm di lana minerale/lana di roccia
Pavimento in cemento verso la cantina 125 mm di EPS / XPS

Altre misure

 
  • I balconi sono stati sostituiti e ingranditi eliminando i ponti termici.
  • I bagni e/o le cucine sono stati sostituiti (energeticamente non efficaci).

Economicità

Costi del rinnovamento ~ CHF 179'800
Contributi di promozione incl. deduzioni fiscali ~ CHF 80'200
Costi energetici e d'esercizio risparmiati (valore attuale) ~ CHF 263'700

Base di calcolo: Valutazione approssimativa di uno specialista

Necessità annuale d’energia

Prima della risanamento ~ 136,0 kWh / m2 SRE
Dopo ~ 33,0 kWh / m2 SRE

Base di calcolo: Valutazione in base al calcolo del coefficiente U dei singoli elementi